Il 17 maggio si è svolto l'evento di IRoad
Accedi ai contenuti multimediali
IRoad innova il modo di fare placement, promuovendo e valorizzando l'apporto che giovani ricercatori, progettisti e creativi possono fornire all'interno delle imprese del settore privato in termini di innovazione e cambiamento
17 maggio, 2016
  • Video integrale evento
17 maggio, 2016
  • Opening Remarks
17 maggio, 2016
  • highlights
17 maggio, 2016
  • Panel I - Il futuro dell'università: dalla corporate university all'entrepreneurial university
17 maggio, 2016
  • Panel II - Innovazione e gestione delle risorse umane
17 maggio, 2016
  • La sfida del cambiamento e dell'innovazione: fare ricerca in impresa
17 maggio, 2016
  • Brambilla
Institutional greetings
17 maggio, 2016
  • Emmanuele Massagli – Presidente ADAPT
Il futuro dell'università: dalla corporate university all'entrepreneurial university.
17 maggio, 2016
  • Vincenzo Mattina – Presidente Quanta Risorse Umane
Il contratto di rete e le opportunità legate alla ricerca e all'alta formazione in azienda.
17 maggio, 2016
  • Valentina Aprea - Assessore all'istruzione alla formazione e al lavoro, Regione Lombardia
Apprendistato di alta formazione e ricerca in Lombardia: le opportunità per i giovani, le imprese e le università.
17 maggio, 2016
  • Pietro Guindani - Vice Presidente Assolombarda e Presidente di Vodafone Italia
Università e impresa: un'alleanza per la qualità dell'alta formazione.
17 maggio, 2016
  • Cristiana Gamba – il Sole 24 ore
Innovazione e gestione delle risorse umane.
17 maggio, 2016
  • Alessandro Baroncelli - Professore ordinario di Economia e Gestione delle Imprese, Università Cattolica del Sacro Cuore
La collaborazione Università-Impresa a supporto dei processi di internazionalizzazione. Il caso MIB.
17 maggio, 2016
  • Matteo Levi - Fondatore di GT Factory e Responsabile del Career Service di MIB
La digitalizzazione delle figure professionali tra aziende, startup e università.
17 maggio, 2016
  • Andrea Orlandini - Presidente AIDP Gruppo Regionale Lombardia
Dal lavoro insostenibile al lavoro sostenibile.
17 maggio, 2016
  • Giulia Rosolen – Coordinatrice di IRoad
IRoad crea spazi per i ricercatori e gli innovatori, capaci di gestire e interpretare il cambiamento.
17 maggio, 2016
  • Elena Prodi – Ricercatrice ADAPT
Uno, nessuno, centomila: i numeri dei ricercatori in Italia.
17 maggio, 2016
  • Fulvio Uggeri – Head of Operations, Supply Chain & Technologies - Bracco Imaging SpA
Agili in ricerca competitivi subito.
17 maggio, 2016
  • Giulia Ottaviani – Apprendista di ricerca
Fare ricerca in azienda, con l'apprendistato si può.
17 maggio, 2016
  • Michele Tiraboschi – Professore ordinario di diritto del lavoro, Università di Modena e Reggio Emilia
Reti di imprese e lavoratori iper-connessi. Serve una nuova infrastruttura nel mercato del lavoro.
L'evento

Cambia il mondo del lavoro, cambiano le esigenze delle imprese, cambia il modo di fare placement. Nascono nuovi mestieri, nuovi modi di lavorare e di fare impresa. Si tratta della grande trasformazione del lavoro (industry 4.0., sharing economy e gig economy). Non sono scenari avveniristici. Il Word Economic Forum ricorda che i principali cambiamenti si verificheranno da qui ai prossimi cinque anni e che il prezzo che potremmo pagare, in assenza di una precisa strategia, rischia di essere molto alto: disoccupazione tecnologica di massa, obsolescenza di professionalità e competenze, aggravamento del già marcato disallineamento tra domanda e offerta di lavoro con una definitiva marginalizzazione dell’Italia nello scenario economico globale. Il futuro è già arrivato. Come si stanno attrezzando le imprese, le istituzioni e gli attori del mercato del lavoro? Qual è stato l'impatto di questi cambiamenti sul modo di fare placement e di fare università? Come influiscono questi cambiamenti nella gestione delle risorse umane e nelle transizioni occupazionali? A questi interrogativi abbiamo cercato di rispondere con un progetto concreto. IRoad, nato nell'ambito di un contratto di rete, innova il modo di fare placement, promuovendo e valorizzando l'apporto che giovani ricercatori, progettisti e creativi possono fornire all'interno delle imprese del settore privato in termini di innovazione e cambiamento. IRoad ricerca, seleziona e forma giovani ad elevato potenziale, preparandoli non solo a leggere e interpretare le grandi trasformazioni in atto, ma a guidarle. Riconoscendo nella formazione la principale leva di placement, IRoad incide sui processi educativi e formativi con un gioco di anticipo rispetto ai fabbisogni del mondo delle imprese, in particolare attraverso l'apprendistato di alta formazione e di ricerca.

F
G
I